PRONOSTICI RUGBY


Competizioni

Scommettere sul Rugby

Il rugby è uno sport che non smette di svilupparsi, da quando, nel 1995, divenne uno sport professionistico. Il crescente peso mediatico ha permesso al mondo della palla ovale di attrarre numerosi tifosi della disciplina, aumentando di conseguenza il budget dei club. Competizioni internazionali, l'Eccellenza e il Top 14 sono i tornei più importanti su cui scommettere!

Le competizioni più importanti

Il rugby è uno sport nel quale i giocatori hanno poco tempo per respirare, tra campionati, coppe europee e partite internazionali. Troverete sempre un match sul quale scommettere.

Top 14: considerato dagli specialisti del settore come il campionato più difficile e attrattivo del mondo, il Top 14 ha al suo interno grandi stelle del calibro di Dan Carter e Conrad Smith. Giocare sul Top 14 è l'ideale per cominciare a scommettere sul rugby. Anche se siete alle prime armi, potrete facilmente ottenere delle statistiche e delle informazioni sui vari club, sulla rosa delle squadre e sui riassunti dei match. La scorsa stagione è stato il Clermont Ferrand a dominare il campionato: nella fase finali, infatti, è riuscito a imporsi sul Tolone per 22 a 16. L'ASM ha così conquistato il suo secondo titolo di campione di Francia, dopo un digiuno che durava da sette anni.

European Rugby Champions Cup: denominata in passato H Cup, si tratta della più prestigiosa competizione europea del rugby. Troverete i migliori club inglesi, scozzesi, francesi, irlandesi, italiani e gallesi. Il torneo va in scena da ottobre a maggio, con cinque gruppi di quattro squadre ciascuno. Le squadre francesi sono spesso tra le favorite, lo Stade Toulousain è quella più titolata con quattro trionfi.

European Rugby Challenge Cup: seconda competizione europea per club di rugby a XV, la sorella minore riunisce la formazione che non si sono qualificate per la Champions Cup. Solo la prima di ogni gruppo si qualifica per i quarti di finale. Nella Challenge Cup potrete trovare pure dei club spagnoli e romeni.

Il VI Nazioni: creato nel lontano 1882, il VI Nazioni si disputa ogni anno da febbraio a marzo. Riunisce le sei migliori nazionali europee (Inghilterra, Scozia, Francia, Galles, Irlanda e Italia). Si tratta di un girone all'italiana, la squadra vincente è quella che vince più incontri (in caso di parità sarà la differenza punti ad essere decisiva). Se una formazione resta imbattuta per tutta la durata del torneo farà il Grande Slam. Il Galles ha vinto più volte, ben 37, l'Italia non ha ancora vinto.

La Coppa del Mondo di Rugby: la più prestigiosa delle competizioni internazionali non è altro che la Coppa del Mondo di rugby. Ogni quattro anni, le miglior formazioni si affrontano per il titolo mondiale. Creata nel 1987, la formazione più titolata è la Nuova Zelanda, con tre vittorie.

Le altre competizioni

Meno mediatizzate in Italia, quindi meno popolari, potete trovare altre competizioni sulle quali scommettere. È necessario seguire assiduamente i risultati delle squadre ed analizzarne lo stile di gioco.

Aviva Premiership: il campionato inglese si compone di 12 squadre, si svolge da settembre a maggio, con una fase finale che ne determina il vincitore. Un rugby basato sulla potenza, con match spesso molto equilibrati. I Leicester Tigers, con 10 titoli, sono il club più titolato.

Pro 12: in precedenza chiamata Liga Celtica, la Pro 12 è una competizione che raggruppa le squadre irlandesi, gallesi, scozzesi e italiane. Se il livello di difficoltà in questa competizione è meno elevato rispetto alle altre, questa permette tuttavia ad alcune squadre di prepararsi in maniera ottimale per giocare la European Rugby Champions Cup. Le squadre che hanno il miglior Palmaréès sont il Leinster (Irlanda) e l'Ospreys (Galles) con quattro titoli conquistati.

Super Rugby: creata nel 1986, anche chiamato Super 15, questa competizione internazionale riunisce franchigie provenienti da Argentina, Australia, Sudafrica, Giappone e Nuova Zelanda. Il torneo si svolge da febbraio ad agosto e comprende una fase a gruppi e quella finale ad eliminazione diretta. Il successo del Super Rugby è dovuto al gioco offensivo, rispetto ad altre competizione basate più sulla tattica. I Crusaders sono la formazione più titolata con 7 trionfi.

Il Rugby Championship: chiamato in passato Tre Nazioni, il torneo internazionale è stato rinominato con l'ingresso dell'Argentina nel 2011. Considerato dagli adetti ai lavori come una delle competizioni più difficili, è stata la Nuova Zelanda a vincere l'ultima edizione. 

Il Rugby a sette: non molto popolare nel nostro Paese, le regole sono uguali del rugby a XV. Nata in Scozia, questa disciplina si è largamente sviluppata nei paesi anglosassoni (Sudafrica, Nuova Zelanda, Australia e Gran Bretagna). Dal 2009 è divenuto uno sport olimpico e sarà in programma alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016.

I fattori chiave

Come in tutti gli sport, ci sono dei fattori chiave da prendere in considerazione prima di scommettere. Ecco qualche criterio:

Il fattore campo: in casa, i giocatori di rugby sono spesso galvanizzati dal loro pubblico, una situazione che migliora le loro prestazioni. I bookmakers piazzano generalmente delle quote non molto alte per una vittoria in casa.

Il meteo: un match di rugby sotto la pioggia cambia molto. Questa rende i passaggi alla mano molto più complicati, una squadra dotata di un mediano d'apertura abile con i piedi sarà favorita. 

La fatica: essendo uno sport che chiede tanto dal punto di vista fisico, come abbiamo potuto constatare nella Coppa del Mondo 2015. Gli allenatori sono spesso obbligati ad attuare il turnover. Controllate le probabili formazioni, infortuni e calendario del club sul quale piazzate la vostra scommessa.

Gli incontri internazionali: contrariamente al calcio, i match internazionali si giocano anche nello stesso weekend dei campionati nazionali. Questo criterio può essere determinante, se ad esempio una squadra possiede numerosi giocatori nelle sqaudre nazionali.

I Derby: se ci sono delle partite sulle quali non è molto affidabile scommettere sono i Derby! Spesso questi match sono molto equilibrati e possono essere decise da un'azione, un cartellino o semplicemente da un errore individuale.